Consigli e guide di viaggio in Italia e non solo…

Viaggio nel sud dell’Italia, alla scoperta di Palermo

Posted by on 3 ott 2016 in Crociere | 0 comments

Viaggio nel sud dell’Italia, alla scoperta di Palermo
Share Button

Per chi trova in viaggio nel sud dell’Italia, le mete turistiche da visitare sono sicuramente tante e tutte ricche di monumenti e attrazioni da visitare. La Sicilia spesso non viene inserita nelle mete da visitare, non per la mancanza di attrazioni, ma per la difficoltà che si può avere nel raggiungerla. Per chi vuole inserire questa metà nel proprio tour del sud dell’Italia, il traghetto che parte dal porto di Napoli può essere sicuramente una valida alternativa per chi vuole risparmiare ore e ore di viaggio

Viaggiare con il traghetto Napoli Palermo

Come abbiamo detto poche righe sopra, scegliere di raggiungere la Sicilia con uno dei traghetti Napoli Palermo che tutti i giorni partono dal Porto di Napoli è una delle scelte migliori che si possono fare. Oltre a risparmiare ore di viaggio, si ha anche la possibilità di godersi una traversata nel Mar Mediterraneo verso la Sicilia.

Per chi vuole usufruire di una buona tariffa è opportuno prenotare con largo anticipo il proprio posto sulla nave. Infatti, spesso i biglietti con il prezzo migliore sono venduti in pochi giorni dall’apertura delle disponibilità. Online, è possibile trovare sempre una serie di ottime offerte direttamente sul sito delle maggiori compagnie che si occupano di vendere i biglietti per i traghetti. Il sito di NetFerry è sicuramente uno dei migliori e più completi. Oltre a essere aggiornato in tempo reale con le tariffe e i traghetti disponibili include anche una serie di utili informazioni sulle mete che si raggiungeranno.

Cosa vedere a Palermo

Palermo è situata nella parte meridionale della penisola italiana e è la capitale della Sicilia. La sua fondazione risale a circa 2700 anni fa, anche se ci sono molti reperti archeologici che dimostrano che la zona era abitata molti secoli prima. È una delle città più popolari dell’Italia e mentre si passeggia nel suo centro storico si possono ammirare innumerevoli tesori.

Per gli amanti della cultura e delle chiese, il centro storico è ricco di interessanti punti d’interesse come la Cappella Palatina, le chiese di Santa Maria dell’Ammiraglio, di San Giovanni dei Lebbrosi, Santa Maria degli Angeli, Santa Maria della Gancia, San Giovanni degli Eremiti, di Santa Maria della Catena, San Giuseppe dei Teatin.
La Cattedrale di Palermo è sicuramente il fiore all’occhiello dei palermitani, che qui vengono a celebrare le festività più importanti e la messa del Santo Natale. La sua imponenza, così come gli innumerevoli dipinti e capolavori presenti sulle sua mura la fanno sembrare un museo più che una Cattedrale.

Il Museo Internazionale delle Marionette, il teatro Massimo e la Galleria Regionale della Sicilia sono altri punti d’interesse che spesso non sono inclusi nei tour tradizionali. Per chi vuole visitare la città in tutta tranquillità, la biciletta e i propri piedi sono sicuramente i mezzi di trasporto più idonei. In questo modo, si potrà ammirare in tutta tranquillità questa città ricca di un fascino decadente e molto particolare.

Le varie popolazioni che si sono susseguite nel corso dei secoli tra le sue mura, hanno lasciato una serie di segni indelebili che l’hanno resa unica. Basta recarsi nel quartiere arabo di Kalsa, per vedere con i propri occhi come in questo quartiere l’atmosfera e gli edifici abbiano subito l’influenza dei precedenti abitanti.

Per concludere in bellezza la visita di Palermo, dovete assolutamente fare una passeggiata nel parco della Real Tenuta della Favorita. Parco utilizzato per la caccia dalla corte borbonica nel 19° secolo è ora uno dei luoghi più incantevoli e ideali dove trascorrere ore di riposo leggendo un buon libro e godendosi i raggi del caldo sole di quest’isola siciliana.

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>